Conclusione lavori di finitura ai “Tre Oggetti”

Stato avanzamento
80%

Al secondo piano del Fellini Museum di Rimini allestito al Fulgor, presso Palazzo Valloni, affacciato su CircAmarcord, dove troneggia “Rina”, la rinocerontessa di E la nave va, si stanno concludendo le ultimissime lavorazioni dei “Tre Oggetti”, La stanza delle parole, La casa del Mago e Il Cinemino, originali allestimenti museali, che danno vita ad uno spazio magico e surreale, realizzato su progetto di Studio Azzurro e sotto la supervisione dell’architetto Tommaso Pallaria.

Multimedialità sui Tre Oggetti

Le proiezioni sul soffitto del “Cinemino”, saranno visibili anche dai matronei del terzo piano, invitando ad entrare nella “Casa” e scoprire nuovi e diversi punti di vista dell’installazione multimediale.

Intervento finale

Si tratta di carteggiare le pareti esterne (quelle interne sono invece ricoperte di moquette ignifuga e insonorizzante), e apportare una successiva mano di fissativo per donare un effetto metallescente alla resina di rivestimento, cioè di finitura esterna della stessa.

Realizzatori

Questa fase finale di grande precisione richiede circa dieci giorni di attente procedure da parte degli artigiani specializzati della ditta Lancia Srl, per conto del Gruppo Ati (responsabile dell’allestimento dei “Tre Oggetti”, dell’atrio, del protiro esterno e del Ledwall in facciata).

opera-di-finitura-ai-tre-oggetti-museo-fellini-fulgor
tecnico-passa-fissativo-su-i-tre-oggetti-museo-fellini-fulgor